Help

jakob-lorber.cc

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Hit 0 - 20 di 503

[LM 0.3] Canta ronzando la vispa mosca in tono allegro / una gentil canzoncina di lode a Me, potente Creatore; / essa ronza gioconda decantando molto sensatamente l'Amore, / e gira nel mar dell'Amore per intima spinta, / e pronuncia in modo ben chiaro parole di Grazia, / e vi annuncia e vi mostra come possa procedere per miseri sentieri.

[LM 0.5] Io le ho dato un paio d'ali, leggere al par dell'etere, / affinché essa possa ben facilmente librarsi nell'aria / e compiere gli allegri suoi giri fra i raggi del Sole, / ed assorbirvi la luce con gli occhietti dell'aurea corona, / e portar questa luce per la vita delle forme morte, / e testimoniare la forza della Mia vivificante Dolcezza.

[LM 1.1] La mosca, quel piccolo animaletto che non di rado riesce fastidioso all'uomo, come pure a molti altri esseri creati viventi sulla Terra - particolarmente in quel periodo dell'anno in cui i raggi del Sole colpiscono con maggior vigore il suolo terrestre -, non è nell'ordine delle cose tanto insignificante e neppure tanto priva di scopo quanto essa può sembrare.

[LM 1.13] Però, fino a questo punto, la procreazione della mosca avviene in modo del tutto naturale.

[LM 1.16] Avrete forse udito raccontare talvolta dai vostri vecchi che le mosche derivano in parte da una specie di polvere ed in parte da frammenti polverizzati di vecchie mosche morte. La cosa può sembrare tale apparentemente, ma in realtà non succede certo così.

[LM 2.13] Poiché il primo prodigio accade tuttora ogni giorno molteplicemente innanzi i vostri occhi, mentre che del secondo, all'infuori che nella Sacra Scrittura, non vi è più traccia su tutta la Terra. Chi, per conseguenza, vuol ritrarre utilità dal prodigioso crollo di Gerico, quegli deve anzitutto credere a questo abbandonandosi alla cieca fede, laddove in un giorno estivo egli viene afflitto da più di mille di tali altri sorprendenti prodigi di primo ordine, i quali tutti, e spesso anche in modo fin troppo molesto, lo ammoniscono: "Guarda, o superbo ed orgoglioso uomo, quante meraviglie viventi ha creato il Creatore grande e santo, profondendole con abbondanza intorno a te, e riconosci in maniera viva in te, quanto vicino ti sta il Signore della Vita!".

[LM 2.14] Giudicate quindi una volta ancora da voi stessi, quale di questi prodigi sia il più grande ed importante, con riferimento a voi stessi! Io son dell'opinione che una mosca che ronzi al vostro orecchio, un grillo che strida, un passero che cinguetti ed una modesta violetta di primavera cantino, ad un cuore che comprende l'amore, un cantico non meno sublime e grandioso in lode Mia, che Salomone in tutta la sua sapienza e magnificenza reale!

[LM 3.3] Non vi è nell'intero creato nessuna cosa che abbia più di due polarità, vale a dire l'una positiva e l'altra negativa. E così pure non vi è che soltanto un sommo ed un inferiore, che stanno di fronte l'un l'altro; perchè il medio non rappresenta altro che un collegamento fra questi due estremi; e così pure vi è un esteriore ed un interiore, un materiale ed uno spirituale, un bene ed un male, un vero ed un falso.

[LM 4.11] Vedete, la nostra mosca ha anche un paio d'occhi, i quali sono tanto grandi da formare quasi la settima parte dell'intero suo corpo. Ognuno di questi occhi, di per se stesso, non è però, come voi forse potreste credere, un singolo occhio, ma invece a sua volta è composto di mille e più occhietti. Questi occhi sono così ordinatamente disposti l'uno accanto all'altro, come le celle di un alveare; ogni singolo è appuntito alla maniera di cono, e tutti vengono infine verso un centro visuale comune; così disposti essi fungono nel nostro animaletto da microscopio di una potenza d'ingrandimento per voi indescrivibile, con il cui aiuto quest'insetto può scorgere perfino ogni singolo dei summenzionati organismi atomici.

[LM 4.17] Che se noi volessimo imparare a conoscerle tutte da cima a fondo, Io avrei per parecchi anni da farvene dettati; voi potete però ammettere certamente che tutto ciò che è creato, dunque senza dubbio anche la mosca, non esiste ad un solo ed unico scopo, bensì a mille più scopi buoni e svariatissimi.

[LM 5.15] Ebbene, Miei cari figlioli, vi piace questa funzione secondaria del nostro animaletto? Voi dovete convenire che tutto ciò è stato disposto da Me in modo quanto mai benefico e saggio, ed Io vi dico ancora in aggiunta: "Quando un giorno sarete in grado di penetrare in spirito il mistero della missione di un tale animaletto nella sua totalità, solo allora potrete apprezzare il prodigio e direte meravigliati: "Quanto grande e buono sei Tu, o Padre santissimo, che hai affidato a creature dall'apparenza tanto insignificante dei compiti tanto imperscrutabili e profondamente saggi! Chi mai può convenientemente lodarTi e glorificarTi, anche per una mosca soltanto? E come e dove mai troveremo noi le parole, pensieri e sentimenti per glorificare, percepire e riconoscere con grato animo la Tua Magnificenza e l'infinito Tuo Amore e Sapienza che si manifestano in una delle Tue creature più perfette ancora?".

[LM 6.27] Se Io Mi prendo tanta cura affinché già al minutissimo siano affidati compiti di tanta utilità, e prescrivo con tale senso di opportunità ad una insignificantissima mosca tutte le sue mansioni, anche le meno appariscenti, quanta maggior cura non Mi prenderò Io dell'uomo, che non è soltanto una Mia creatura, ma è un vero figlio dell'Amor Mio, o che per lo meno può diventar tale purché egli giunga a riconoscere che Io gli son Padre, e non soltanto Creatore, come lo sono alle pietre ed alle zolle della terra!

[LM 7.5] Dunque udite: "La Vita liberissima, nel senso più assoluto, risiede soltanto in Me; la quale Vita però è così costituita, e si compendia in tale e tale esuberantissima e sublime perfezione, da non poter venire in eterno mai concepita né abbracciata nella sua sfera da un essere creato; perciò Essa è una Vita santa, ed essendo santa è altresì una Vita eterna ed infinita".

[LM 7.7] In questo Centro si trova riunita tutta la Forza vitale dell'intero Infinito, ed è da questo Centro appunto che Essa si diparte e si diffonde per tutto l'Infinito. Ma, affinché questa Forza vitale non si disperda troppo nella sconfinata immensità, e per conseguenza non abbia da affievolirsi, Essa si è creata attraverso tutte le infinità dello spazio eterno, anche un numero infinito di punti di concentrazione della Vita, nei quali in certo qual modo la Vita si raccoglie da Se Stessa, per poi far nuovamente ritorno alla Sua Sede centrale, primordiale ed eterna.

[LM 7.9] Ma per poco che voi abbiate compreso questo mistero, sorgerà senza dubbio spontanea in voi l'importante domanda: "Va bene, ma perché dunque deve avvenire questo? É possibile che Dio si affievolisca nella Sua Potenza vitale?".

[LM 7.10] E Io vi rispondo: "Ciò è naturalmente impossibile fino a tanto che Dio vuole rimanere solo nell'Essere Suo, e non vuol creare né formare in Lui e fuori da Lui nessun'altra creatura".

[LM 7.11] Ma poiché, per le necessità dell'infinito Suo Amore - sempre secondo i vostri concetti - Egli ha creato da moltissime eternità fino ad oggi degli esseri delle più svariate specie, dallo spirito più perfetto in giù sino al più insignificante animaletto atomico, ed a tutti questi esseri in numero senza fine Egli ha infuso una vita, a ciascuno secondo la propria specie, - diteMi un poco, da qual fonte ha attinto sinora il Creatore la vita per animare questi innumerevoli esseri, come continua ad animarli tuttora ed in eterno lì animerà!

[LM 7.12] Ha Egli forse in un luogo qualunque all'infuori di Sé, una fonte di vita particolare, privata, da poter con essa animare tutte queste creature, senza aver la necessità di dispensare loro della Sua propria Vita? Io ritengo che una supposizione simile non possa sorgere nemmeno ad una pietra. Dunque, siccome il Creatore non dispone di nessuna simile vita particolare privata, dovrà evidentemente risultare chiaro, che Egli ha sempre animato e deve animare tutti questi esseri creati dalla Sua Stessa Vita.

[LM 7.15] Ma ora, per poco che vi riesca chiaro quanto dettovi fin qui, dovete domandarvi nuovamente e dire: "Ma, se la cosa sta in questi termini, il Creatore avrebbe allora fatto meglio a non creare nulla sino dalle più remote eternità!".

[LM 8.1] Ma affinché voi possiate comprendere meglio e più profondamente le cose importantissime che qui seguiranno, si renderà necessario gettare un piccolo sguardo retrospettivo su quello che è già stato detto sinora, particolarmente in merito alla parte polare positiva della nostra mosca, quale essa realmente è, cioè un punto di concentrazione della vita.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Visualizzazione mobile Contatti